Territorio

1 giunco ANCHE ANTEPRIMA HOME

LE SPIAGGE

Nel versante meridionale dell’isola si trovano le calette di sabbia. Ognuna, nonostante la vicinanza all’altra, si diversifica per forma, profumo, temperatura dell’acqua, ambiente e particolarità della costa. La prima spiaggia che incontrerete, a meno di 2km da Carloforte, è il Giunco, così chiamata per le innumerevoli piante di giunco che delimitano l’area. Essa è caratterizzata da una lunga distesa di sabbia e da un fondale che resta sempre medio-basso. Ideale per famiglie, persone con mobilità ridotta (si può parcheggiare a pochi passi dalla spiaggia). Questa è l’unica spiaggia con un’area riservata agli animali da affezione ma non vi è punto di ristoro.

Subito dopo il Giunco, raggiungerete Girin, a 4 km dal centro; spiaggia caratterizzata da sabbia sottile, mare color turchese e fitta vegetazione intorno. Ideale per famiglie, è riparata dal maestrale, offre un punto di ristoro e un parcheggio a offerta. Da Girin, si passa a Punta Nera, caratterizzata da una diga di grossi massi che divide la baia in due piccole spiaggette. Qui troverete un chiosco che offre anche la possibilità di affittare sdraio e ombrelloni. Anche questa spiaggia è ideale per famiglie. Parcheggio a offerta a pochi metri.

Subito dopo il Giunco, raggiungerete Girin, a 4 km dal centro; spiaggia caratterizzata da sabbia sottile, mare color turchese e fitta vegetazione intorno. Ideale per famiglie, è riparata dal maestrale, offre un punto di ristoro e un parcheggio a offerta. Da Girin, si passa a Punta Nera, caratterizzata da una diga di grossi massi che divide la baia in due piccole spiaggette. Qui troverete un chiosco che offre anche la possibilità di affittare sdraio e ombrelloni. Anche questa spiaggia è ideale per famiglie. Parcheggio a offerta a pochi metri.

La spiaggia di Guidi, invece, particolarmente apprezzata e considerata una delle calette più belle dell’isola, è caratterizzata da sabbia bianca finissima e mare cristallino. Ideale per famiglie e gruppi di amici in vacanza. Immerso tra la vegetazione troverete un piccolo chiosco dove ristorarvi e apprezzare il panorama dall’alto. A differenza delle precendi spiagge, Guidi ha il suo parcheggio sul lato destro della strada principale, il che allunga la camminata di circa un centinaio di metri. Non da meno è la Bobba, spiaggia di sabbia bianca, affollata principalmente dai giovani che ogni estate si ritrovano qui. La spiaggia è dotata di parcheggio custodito, chiosco bar-paninoteca, sala ristorazione, servizi accessori di spiaggia, noleggio canoe e SUP. Vicino a questa spiaggia, vi sono due faraglioni naturali chiamati Le Colonne, che sono uno dei simboli di Carloforte. Spiaggia ideale per le persone con mobilità ridotta.

Dopo la Bobba, il Lucchese e poi il Geniò. Sono entrambe caratterizzate da grandi distese di scogli e piccoli lembi di sabbia. Queste due spiagge sono ideali per chi è alla ricerca del totale relax poiché anche in alta stagione, restano quelle meno frequentate. La particolarità di queste due calette, è l’argilla che occupa una parte della scogliera. Rispetto alle precedenti non hanno un accesso pratico ed immediato e non hanno servizio di ristorazione; questi aspetti le rendono più selvagge ed esclusive. Il tratto successivo di costa offre delle scogliere a picco sul mare che sono veramente imperdibili; le località della Conca e della Mezzaluna sono l’ideale per chi vuole divertirsi con tuffi dalle altezze più disparate e magari preferisce uno scoglio come appoggio piuttosto che sporcarsi di sabbia!

Dopo la Bobba, il Lucchese e poi il Geniò. Sono entrambe caratterizzate da grandi distese di scogli e piccoli lembi di sabbia. Queste due spiagge sono ideali per chi è alla ricerca del totale relax poiché anche in alta stagione, restano quelle meno frequentate. La particolarità di queste due calette, è l’argilla che occupa una parte della scogliera. Rispetto alle precedenti non hanno un accesso pratico ed immediato e non hanno servizio di ristorazione; questi aspetti le rendono più selvagge ed esclusive. Il tratto successivo di costa offre delle scogliere a picco sul mare che sono veramente imperdibili; le località della Conca e della Mezzaluna sono l’ideale per chi vuole divertirsi con tuffi dalle altezze più disparate e magari preferisce uno scoglio come appoggio piuttosto che sporcarsi di sabbia!

8 caletta

Ultima, ma non per importanza, è la Caletta. Verrete accolti da una lunga distesa di sabbia granulosa e un mare che varia dal verde acqua all’azzurro. Questa spiaggia, grazie alla sua ubicazione è particolarmente apprezzata nelle giornate di scirocco, in quanto è la meno esposta al vento. Durante le giornate di maestrale, invece, potrete ammirare i surfisti che cavalcano le onde. Non potrete comunque, non assistere al magnifico tramonto che ogni sera fa da cornice a questa spiaggia, sorseggiando un drink e salutando il sole. Qui è possibile affittare canoe e SUP. Il chiosco in spiaggia offre punto ristoro e la possibilità di noleggiare ombrelloni e lettini. Oltre al parcheggio a pochi metri dalla spiaggia, la Caletta è dotata di una passerella per disabili.

LA STRADA DEL SALE

Nella zona delle “saline”, a pochi passi dal centro di Carloforte, potrete fare una passeggiata lungo la cosi chiamata “strada del sale”. Lungo il percorso potrete ammirare le vecchie saline, il canale con le barche ormeggiate lungo le sponde e meravigliosi fenicotteri rosa che hanno trovato in questi stagni l’habitat ideale per vivere. Questo sentiero è frequentato da sportivi che praticano jogging, bambini e romantiche coppiette che passeggiano mano nella mano!

fenicotteri
fenicotteri

LA STRADA DEL SALE

Nella zona delle “saline”, a pochi passi dal centro di Carloforte, potrete fare una passeggiata lungo la cosi chiamata “strada del sale”. Lungo il percorso potrete ammirare le vecchie saline, il canale con le barche ormeggiate lungo le sponde e meravigliosi fenicotteri rosa che hanno trovato in questi stagni l’habitat ideale per vivere. Questo sentiero è frequentato da sportivi che praticano jogging, bambini e romantiche coppiette che passeggiano mano nella mano!

lighthouse in San pietro island, Carloforte, south west sardinia, Italy

IL FARO

Il versante occidentale dell’Isola offre un panorama capace di trasmettere un senso di pace e libertà; qui il faro domina dall’alto un’infinita distesa d’acqua di un profondo blu che incontra i colori di una variopinta macchia mediterranea. Per gli appassionati di birdwatching, in questa località è possibile ammirare il Falco della Regina (specie protetta), che nei periodi estivi migra dal Madagascar all’Isola di San Pietro, per nidificare. Sarete guidati da un esperto, responsabile dell’oasi Lipu, che vi porterà non solo alla scoperta del falco, ma anche della meravigliosa costa che fa da cornice a questo territorio tanto selvaggio quanto affascinante. Qui è inoltre possibile praticare trekking. La difficoltà del percorso è elevata con una durata di circa 3 ore.

LA TONNARA

L’isola di San Pietro è da sempre conosciuta come il regno del Tonno di corsa (Tonno rosso); questa specie, chiamata così per differenziarla da altre che vivono in modo stanziale nei nostri mari, è particolarmente pregiato e, di conseguenza ricercato dai più grandi chef del mondo! La nostra è una delle pochissime tonnare sopravvissute in tutto il Mediterraneo e che conserva, seppur in modo ormai simbolico, l’antichissimo metodo di pesca. Ai più interessati consigliamo di venirci a trovare nei periodi tra maggio e giugno così da potervi letteralmente tuffare con i tonni! Esiste infatti la possibilità di partecipare a immersioni assistite che vi regaleranno immagini che difficilmente potrete dimenticare .

tonnara PAGINA
tonnara PAGINA

LA TONNARA

L’isola di San Pietro è da sempre conosciuta come il regno del Tonno di corsa (Tonno rosso); questa specie, chiamata così per differenziarla da altre che vivono in modo stanziale nei nostri mari, è particolarmente pregiato e, di conseguenza ricercato dai più grandi chef del mondo! La nostra è una delle pochissime tonnare sopravvissute in tutto il Mediterraneo e che conserva, seppur in modo ormai simbolico, l’antichissimo metodo di pesca. Ai più interessati consigliamo di venirci a trovare nei periodi tra maggio e giugno così da potervi letteralmente tuffare con i tonni! Esiste infatti la possibilità di partecipare a immersioni assistite che vi regaleranno immagini che difficilmente potrete dimenticare .

nasca

NASCA

Spesso i luoghi più affascinanti ed esclusivi sono anche quelli più difficili da raggiungere. Possiamo tranquillamente dire che la piscina naturale di Nasca rientra tra questi! Per gli appassionati di trekking, o più semplicemente per chi non si lascia scoraggiare da strade tortuose e piccole arrampicate, suggeriamo assolutamente questo posto, che una volta raggiunto, vi saprà certamente ripagare della fatica fatta! In realtà esistono tantissimi scorci mozzafiato, perlopiù raggiungibili via mare, facendo un giro in barca (esperienza che consigliamo vivamente a tutti!) oppure addentrandovi nell’entroterra dell’isola!